Lettera aperta ai pazienti (emergenza covid 19)

La tecnologia al servizio dei pazienti e non come strumento di marketing 

 

In questo periodo storico di paura, incertezza e insicurezza sui comportamenti da tenere nelle varie situazioni di vita quotidiana che saremo costretti ad affrontare nella fase 2 di questa emergenza, vorrei rassicurare i pazienti dello studio sulle procedure che coinvolgeranno le  terapie odontoiatriche.

Questa situazione venutasi a creare con l’avvento di questa nuova emergenza infettiva imporrà qualche cambiamento nel nostro stile di vita e mi permetterà di far capire ,ancora una volta, come le scelte aziendali del nostro studio siano sempre state rivolte a prediligere l’attenzione per il paziente, per la sua salute e per la sua sicurezza e non per l’immagine dello studio in senso stretto.

Nel panorama delle innovazioni tecnologiche proposte dal mercato ho sempre cercato di scegliere quelle apparecchiature che fossero utili direttamente e indirettamente a sviluppare terapie efficaci e soprattutto sicure per i pazienti e per gli operatori in quanto la sicurezza di tutti rappresenta da sempre uno degli obbiettivi della politica dello studio.

Chi si è rivolto a noi per la rimozione dell’amalgama dentale ha potuto già apprezzare e toccare con mano il livello di attenzione posto nei protocolli proposti. 

Avrete sicuramente notato quale attenzione viene posta per evitare l’inquinamento dell’aria e il suo trattamento al fine di garantire stazioni di lavoro con aria  salubre sia per il paziente che per l’operatore. IQAir dental

 

A tutti invece, voglio comunicare che tutte le unità  operative dello studio e la sala di attesa sono provviste di depuratori d’aria adatti al filtraggio di VOC polveri sottili PM10 PM2.5 (particelle di dimensioni fino a 0.003 micron) è microorganismi come batteri virus e spore fungine.

Tutto questo oltre al dispositivo per il trattamento dell’aerosol prodotto durante la rimozione dell’amalgama dentale.

L’attenzione per questo aspetto della mia attività, l’inquinamento ambientale, nasce dalla mia passione per il concetto di prevenzione e di medicina ambientale clinica che mi  è stata trasmesso dall’associazione di medicina ambientale a cui sono orgoglioso di aderire.

Sono lieto quindi di comunicare, che non da oggi ma da alcuni anni,  tutte le sale operative sono provviste di depuratori d’aria IQ Aire (qui il link IQAir250 che potete consultare per valutarne le caratteristiche)e che sarà necessario solamente  la modifica dei  protocolli di filtrazione dell’aria già in essere intensificando la filtrazione dell’aria tra un paziente e quello successivo, oltre ad applicare tutti i protocolli che verranno proposti dal ministero della salute e relativi DPCM.

Un’altro strumento, già presente in studio da anni e che sarà utilizzato secondo nuovi protocolli adattati alle esigenze di questo momento storico è Il dispositivo medico Hygenio. Hyenio

Questo dispositivo viene utilizzato per la sterilizzazione di tutte le superfici di lavoro e in parte anche dell’aria ambientale, producendo vapori di ammonio quaternario che depositandosi sulle superfici permettono di neutralizzare virus e batteri e spore fungine.(CERTIFICATO ANCHE PER CORONAVIRUS)

La neutralizzazione dei virus avviene in 1 solo minuto.

Anche in questo caso valuteremo un adeguamento dei protocolli dello studio già in essere  al fine di poter sfruttare questa apparecchiatura al massimo delle sue possibilità al fine di garantire il più alto livello di sicurezza possibile per i nostri pazienti, sempre nel rispetto dei DPCM che saranno previsti.

Queste procedure ovviamente non esulano dall’utilizzo di adeguati dispositivi di protezione individuale che dovranno essere maneggiati in modo appropriato da parte di operatori e pazienti.

Con questa comunicazione mi preme chiedere a tutti i nostri pazienti la dovuta comprensione delle difficoltà di una ripartenza dopo un lockdown completo se non per urgenze che siamo stati in  grado di gestire non senza alcune difficoltà organizzative per l’assenza di alcune figure organizzative.Non sarà cosa semplice ma  c’è la faremo attraverso una stretta collaborazione medico paziente. Sono certo che tutti comprenderanno la necessità di dare priorità a chi ha trattamenti urgenti da eseguire e non ulteriormente differibili che  saranno valutati secondo priorità di ordine medico e non preferenziale. Su questo aspetto vigilerò personalmente, come sempre.

Aiutateci ad aiutarvi.

Sperando che quanto comunicato possa trasmettervi  un adeguato senso di sicurezza e faccia comprendere che  la salute di tutti sia una delle priorità del nostro gruppo di lavoro, colgo l’occasione per mandarvi un caloroso saluto dal vostro medico-odontoiatra di fiducia.

 

                                                                                                                                                         Dott. Federico Avesani

 

 

 

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. Ok Voglio saperne di piĆ¹